VARIETÀ A BUCCIA GIALLA

Presente in coltura fino al 70 di latitudine nord e ad altitudini anche superiori ai 1.500 metri, la patata interessa un vastissimo areale geografico.
A livello mondiale, è coltivata su circa 20 milioni di ettari: il continente in cui riveste maggiore importanza è l'Europa, dove sono investiti a patata oltre 6 milioni di ettari; seguono Asia (5,5 milioni) e Sud America (1 milione).
Pianta a ciclo annuale, presenta un apparato radicale molto sviluppato, che, in condizioni ottimali, può raggiungere anche i due metri di profondità.
Dalla parte ipogea del fusto si sviluppano gli stoloni, che, ingrossandosi all'apice, danno origine ad un tubero.
Pur manifestando un'ampia adattabilità, la patata trova le condizioni ottimali di sviluppo nei climi freschi; per quanto riguarda i terreni, i più adatti sono quelli sciolti e moderatamente acidi.
Le numerose varietà vengono classificate in base alla destinazione (da consumo, da industria), alle caratteristiche dei tuberi (forma, colore, ed aspetto della buccia, colore della polpa) ed alla durata del ciclo.
Tra le cultivar a buccia gialla, le più diffuse in Italia sono Monalisa, Spunta, Primura, Agata, Liseta, Lutetia ed Arsy.
Per la particolare composizione e consistenza della polpa, che trattiene in maniera significativa l'umidità, le patate a buccia gialla sono ideali per la cottura al forno ed in padella, arrosto o lessate.

IL CALENDARIO DELLA VARIETÀ A BUCCIA GIALLA

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
Epoca di raccolta          
Presenza sul mercato


CARATTERISTICHE MINIME DI QUALITÀ

Aspetto
Buccia gialla

Colorazione
Polpa di colore giallo o giallo chiaro

Forma
Ovale, ovale-allungata

Pezzatura
Medio-grossa

Qualità organolettiche
Sapore delicato

Sostanza secca
Circa 20%

Periodo di commercializzazione
Da gennaio a dicembre

Conservazione
Il luogo più idoneo per conservare le patate è un ambiente buio, fresco e asciutto, con una temperatura di circa 10-12 C.
La luce, infatti, conferisce alle patate una colorazione verde,
che le rende inadeguate all'uso in cucina, mentre le temperature eccessivamente basse le rendono troppo dolci.

Azioni da evitare
Esposizione delle patate a temperature inferiori a 0 C ed alla luce


VARIETÀ A BUCCIA ROSSA

Presente in coltura fino al 70 di latitudine nord e ad altitudini anche superiori ai 1.500 metri, la patata interessa un vastissimo areale geografico.
A livello mondiale, è coltivata su circa 20 milioni di ettari: il continente in cui riveste maggiore importanza è l'Europa, dove sono investiti a patata oltre 6 milioni di ettari; seguono Asia (5,5 milioni) e Sud America (1 milione).
Pianta a ciclo annuale, presenta un apparato radicale molto sviluppato, che, in condizioni ottimali, può raggiungere anche i due metri di profondità.
Dalla parte ipogea del fusto si sviluppano gli stoloni, che, ingrossandosi all'apice, danno origine ad un tubero.
Pur manifestando un'ampia adattabilità, la patata trova le condizioni ottimali di sviluppo nei climi freschi; per quanto riguarda i terreni, i più adatti sono quelli sciolti e moderatamente acidi.
Le numerose varietà vengono classificate in base alla destinazione (da consumo, da industria), alle caratteristiche dei tuberi (forma, colore, ed aspetto della buccia, colore della polpa) ed alla durata del ciclo.
Tra le cultivar a buccia rossa, le più diffuse in Italia sono Asterix, Desirée e Rubinia.
Le patate a buccia rossa possiedono una polpa particolarmente soda, che le rende ideali per la frittura: gli spicchi di patata, infatti, formano durante la cottura una crosticina croccante che impedisce all'olio di penetrare all'interno del prodotto.

IL CALENDARIO DELLA VARIETÀ A BUCCIA ROSSA

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
Epoca di raccolta              
Presenza sul mercato


CARATTERISTICHE MINIME DI QUALITÀ

Aspetto
Buccia rossa

Colorazione
Polpa di colore giallo o giallo chiaro

Forma
Ovale, ovale-allungata

Pezzatura
Medio-grossa

Qualità organolettiche
Sapore marcato

Sostanza secca
Circa 20%

Periodo di commercializzazione
Da gennaio a dicembre

Conservazione
Il luogo più idoneo per conservare le patate è un ambiente buio, fresco e asciutto, con una temperatura di circa 10 C.
La luce, infatti, fa assumere alle patate una colorazione verde, che le rende inadeguate all'uso in cucina, mentre le temperature eccessivamente basse le rendono troppo dolci.

Azioni da evitare
Esposizione delle patate a temperature inferiori a 0 C ed alla luce


VARIETÀ NOVELLE

Presente in coltura fino al 70 di latitudine nord e ad altitudini anche superiori ai 1.500 metri, la patata interessa un vastissimo areale geografico.
A livello mondiale, è coltivata su circa 20 milioni di ettari: il continente in cui riveste maggiore importanza è l'Europa, dove sono investiti a patata oltre 6 milioni di ettari; seguono Asia (5,5 milioni) e Sud America (1 milione).
Pianta a ciclo annuale, presenta un apparato radicale molto sviluppato, che, in condizioni ottimali, può raggiungere anche i due metri di profondità.
Dalla parte ipogea del fusto si sviluppano gli stoloni, che, ingrossandosi all'apice, danno origine ad un tubero.
Pur manifestando un'ampia adattabilità, la patata trova le condizioni ottimali di sviluppo nei climi freschi; per quanto riguarda i terreni, i più adatti sono quelli sciolti e moderatamente acidi.
Le numerose varietà vengono classificate in base alla destinazione (da consumo, da industria), alle caratteristiche dei tuberi (forma, colore, ed aspetto della buccia, colore della polpa) ed all
a durata del ciclo . Tra le varietà più diffuse di patate novelle troviamo Aminca, Alcmaria, Spunta e Nicola.

IL CALENDARIO DELLA VARIETÀ NOVELLE

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
Epoca di raccolta                
Presenza sul mercato            


CARATTERISTICHE MINIME DI QUALITÀ

Aspetto
Buccia gialla

Colorazione
Polpa di colore giallo o giallo chiaro

Forma
Ovale, ovale-allungata

Pezzatura
Medio-grossa

Qualità organolettiche
Sapore marcato

Sostanza secca
Circa 20%

Periodo di commercializzazione
Da aprile ad agosto

Conservazione
Il luogo più idoneo per conservare le patate è un ambiente buio, fresco e asciutto, con una temperatura di circa 10 C.
La luce, infatti, fa assumere alle patate una colorazione verde, che le rende inadeguate all'uso in cucina, mentre le temperature eccessivamente basse le rendono troppo dolci.

Azioni da evitare
Esposizione delle patate a temperature inferiori a 0 C ed alla luce


Il Negozio || Il Calendario || La Scheda Monografica || Le Varietà || Le Zone di Coltivazione || I Link